Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Casa di bambola

da Barbara 19 Settembre 2011, 23:00 Illustrazioni

Henrick Ibsen (20 marzo 1828- 23 maggio 1906)

 

Nora, la protagonista femminile è una donna che si comporta come una bambina capricciosa che gioca, si diverte  e si rabbuia per futili motivi ...

 

LAZIO 8172 Underpainting 2

 

Il mutamento e la presa di coscienza di Nora avvengono improvvisamente quando si rende conto che suo marito non è in realtà quella nobile creatura che lei sperava che fosse e che il proprio ruolo, in quel matrimonio durato 8 anni, è stato quello di una semplice e bella marionetta costretta a vivere in una casa di bambola, come aveva d'altronde fatto anche nella casa del padre.

 

LAZIO 8171 Underpainting 2

 

Helmer , il marito, la chiama incessantemente 'lucherino', considerandola alla stessa stregua di un'animale domestico molto rumoroso e vivace.
Nora è ricattata da Krogstad a causa di un prestito illecito che lei aveva contratto, falsificando la firma del padre, per salvare la vita di suo marito.

 

LAZIO 8173 Underpainting 2

 

Quando suo marito Helmer scopre il fatto, viene assalito dall'ansia e dal tormento di perdere la propria reputazione. Quest'angoscia annebbia ogni altro pensiero e, in preda alla disperazione, dichiara a Nora che allontanerà quella che ora egli considera una indegna moglie dalla cura dei suoi figli, senza riconoscere che il gesto anche se compromettente, era stato dettato dall'amore per lui.

 LAZIO 8169 Underpainting 2

 

Grazie all'intervento di un'amica di Nora, che dichiara a Krogstad di volersi sposare con lui, il ricatto che minacciava la famiglia della protagonista cessa. Helmer, appena appresa la felice notizia, si rallegra per la propria salvezza e perdona all'istante sua moglie.

 

LAZIO 8170 Underpainting 2

 

Per Nora, però, la vita non può ritornare ad essere quella di prima: è troppo tardi. Tutte le sue illusioni sono state tradite e le sue certezze infrante. Ella decide, quindi, di abbandonare suo marito in cerca della sua vera identità e, come dice lei stessa ad Helmer, per 'riflettere col mio cervello e rendermi chiaramente conto di tutte le cose'.

 

 

 

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

commenti

antò 09/20/2011 22:55



Morale della favola: "La gratitudine è rara tra gli uomini" alias "vai a far del bene a un uomo!"



Paola 09/20/2011 22:42



bella storia ...un bacione buona notte



jacqueline 09/20/2011 18:06



Bella composizione letteraria nonchè illustrativa....!!!!! Sono le bambole di Zagarolo??


Un bacio



Barbara 09/20/2011 20:15



Sì, sì ... sono loro !!!  Buona serata e ... a domani



Vai su